AHEAD OF THE GAME

IT’S THE END OF THE WORLD WITHOUT IT – FUNNY ADS FOR CHUPA CHUPS

Maurits Giesen & Ilse Leenders

Contrassegnato da tag , , , ,

THE SURREALITY OF THE SITUATION

Ceslovas Cesnakevicius

Mirrors – The symmetrical nature of Traci Griffin

Patterns – Darius Klimczak

Levitation By Louis Stilling

DAVID NEMCSIK

Elliott Erwitt

Chicago’s Freezing Fire

Pedro Dias and Rica Ramos

Vintage Surreal Illustrations by Catrin Welz-Stein

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

ceramica macabra

Maria Rubinke è un artista di Copenhagen, in Danimarca che crea pezzi scultorei di bambini ritratti in scene raccapriccianti e cruenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

size matters

Immaginate un mondo i cui i giocattoli sono più grandi di quello che sono e i conigli indifesi a cui un cacciatore sta tentando di sparare sono grandi come elefanti.

Questi sono solo alcuni degli scenari che Franck Allais ha creato con la sua fotografia. Il fotografo francese, che attualmente vive a Londra, manipola la grandezza degli oggetti per ottenere scene divertenti che ricordano i sogni.

Alcune delle sue foto ricordano il classico film del 1989 Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi.

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

io non son qui – I’m not there

Le persone non cambiano: non è vero. La persona che eravamo ieri potrebbe essere completamente diversa dalla persona che siamo oggi, a seconda delle esperienze che facciamo e del modo in cui scegliamo di gestire gli avvenimenti.

L’artista Pol Úbeda Hervas esplora questo continuo passaggio del sè attraverso la fotografia. Catturando sè stesso e la sua ombra e, successivamente, rimuovendo la sua immagine lasciando solo le scarpe vuole dimostrare che vi è ancora un uomo da qualche parte dietro all’ombra.

Secondo Hervas:

             “Queste immagini sono il modo in cui mi vedo ora.

              La mia ombra è lì, ma io cancello me stesso, perché io non so più chi sono. 

              Le scarpe rimangono solo per confermare che c’è qualcosa di più che … l’ombra. “

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: